“L’abito fa il monaco”…anche per l’acqua calda!

La nuova etichettatura in vigore dal 26 Settembre 2015, oltre che le pompe di calore per il riscaldamento di ambienti, si applica anche i modelli dedicati al riscaldamento di acqua sanitaria. Ogni apparecchio dovrà essere munito di un’etichetta stampata contenente il modello, la funzione di riscaldamento dell’acqua, il profilo di carico dichiarato (che rappresenta la “capacità” della pompa di calore), la classe di efficienza energetica, il consumo annuo di energia espresso in kWh e il livello di potenza sonora. Vediamo nel dettaglio come è fatta l’etichetta.

FacebookTwitterGoogle+LinkedIn