iSERIES – OUTDOOR


Caratteristiche tecniche delle unità esterne Regolazione di flusso/volume del refrigerante tramite sistema di controllo PID centralizzato che agisce su un inverter vettoriale e valvole di espansione elettroniche.
SVPWM180°, inverter vettoriale con modulazione PWM 180° sensor less; é un inverter puramente sinusoidale a bassissimo rumore elettromagnetico, che garantisce il controllo costante dei motori sincroni a magneti permanenti durante la loro completa rivoluzione di 360° (180°+180°) con una conseguente ottimizzazione della coppia, fattore chiave nella gestione dei motori ed in particolare dei compressori, per ottenere le migliori prestazioni di resa, efficienza e silenziosità, soprattutto a bassi regimi di rotazione.
Piattaforma multiprocessore basata sul modello client/server, con sistema operativo per controllo motori e microprocessori dedicati alla gestione applicativa, distribuiti su unità esterna ed interne.
Comunicazione a bus standard RS485 su cavo bipolare schermato: la massima garanzia di robustezza nella comunicazione grazie all’interfaccia bilanciata normalmente usata in ambienti industriali; il bus prevede un indirizzo per ogni unità, può essere cablato come bus o come stella a partire dall’unità esterna e consente al sistema di svilupparsi ed espandersi, mantenendo sempre la compatibilità delle unità tra loro. Un vantaggio conseguente all’utilizzo del bus RS485, é la possibilità di alimentare tutte le unità del sistema in modo centralizzato oppure ognuna in modo indipendente dalle altre.
Elettronica compatta e sofisticata, realizzata con tecnologia SMD, resinata e protetta dagli agenti atmosferici e dotata di circuiti di protezione hardware certificati.
Sistema diagnostico per identificare facilmente eventuali problemi tecnici e possibilità di DataLogger per addetti all’assistenza tecnica, direttamente dal bus RS485.
BootLoader per effettuare update del software di unità esterne ed interne, senza rischio di perdita di dati dalle flash eprom.
Riavvio automatico dopo blackout dell’energia elettrica, con gli stessi parametri operativi e restart protetto da sovrapressioni.
Scambiatori in rame/alluminio di alta qualità con alluminio inorganico idrofilico che non emette odori e consente di ottenere le massime prestazioni di resa ed efficienza nello scambio termico.
Massima flessibilità nell’installazione grazie alle caratteristiche di lunghezza delle tubazioni e di dislivello tra le varie unità.
Trattamento antiruggine che garantisce la massima protezione rispetto alla corrosione ed alla formazione di ruggine, anche in condizioni estreme di nebbia salina.

operation_limit

iSeries Operation Limit

 

iSeries Modulation

iSeries Modulation

iSeries, grazie all’utilizzo della più avanzata tecnologia DC Inverter oggi disponibile, riesce a modulare la potenza di ogni unità esterna dal 10% al 130% del valore nominale (il compressore riduce o aumenta rispetto al valore indicativo del 100%, i regimi di rotazione). In questo modo il compressore, anche quando i carichi termici sono molto bassi per esempio intorno ai 600 W (AEI1G110), continua a funzionare in modulazione evitando così cicli di accensione e spegnimento rispetti ad altri modelli con elettronica meno sofisticata. Dall’altro lato, la macchina può fornire più della potenza nominale in modo completamente automatico diversamente dalla maggior parte dei sistemi multisplit tradizionali che necessitano dell’attivazione manuale della funzione “turbo”. I vantaggio sono: aumento dell’efficienza grazie a consumi di energia elettrica ridotti (no cicli accensione/spegnimento) maggiore velocità e precisione nel raggiungere e mantenere la temperatura richiesta. I valori limite per il funzionamento delle unità esterne sono da -50°C a +50°C all’interno del quale si attivano dei meccanismi di autoprotezione. Esistono molte installazioni in paesi Scandinavi funzionanti con temperature intorno ai -30°C e altre in zone desertiche con temperature esterne intorno ai 50°C. Ovviamente le prestazioni a queste temperature estreme sono molto ridotte rispetto ai valori nominali ma il funzionamento è comunque garantito. È importante sottolineare l’ampio range operativo di temperature esterne per trasmettere la qualità costruttiva di iSeries, rispetto a prodotti di standard più bassi. Esistono installazioni operative e perfettamente funzionanti sia a -32°C che a +50°C. Tutte le unità esterne sono equipaggiate di serie con due resistenze elettriche: una nella base dell’unità per prevenire la formazione di ghiaccio in modalità riscaldamento (70 W) e una nel carter del compressore per evitare il congelamento dell’olio di lubrificazione quando la macchina è in stand-by (30 W). Entrambe queste resistenze sono regolate e gestite dall’elettronica del sistema in modo che vengano attivate solo quando strettamente necessario.

mono_dual

iSeries – mono/multi

È possibile utilizzare le stesse unità interne sia nel residenziale che nel commerciale (package), non esistono più due linee di prodotto diverse. Una soluzione inedita. Tutte le unità esterne della gamma iSeries possono essere utilizzate sia in configurazione monosplit (una unità interna collegata con una unità esterna secondo le tabelle di selezione) o multi split (più unità interne collegate ad una unità esterna secondo le tabelle di selezione) senza alcuna modifica e/o senza alcuna particolare impostazione richiesta. Molto semplicemente, il sistema si adatta alla configurazione in modo automatico. Questa caratteristica rende iSeries unico sul mercato. Infatti quasi tutti i brand della climatizzazione propongono le stesse unità interne sia per le configurazioni monosplit che per le configurazioni multisplit (caratteristica che possiedono, ovviamente, anche le ns unità).

iSeries defrost

iSeries defrost

Il processo di prevenzione ed eliminazione del ghiaccio sulla batteria dell’unità esterna (necessario per qualsiasi pompa di calore aria/aria) durante il funzionamento in modalità riscaldamento è gestito da una funzione di Defrost Intelligente e Non Stop Operation. Nella maggior parte dei prodotti tradizionali questo processo avviene invertendo il ciclo (da modalità heating a modalità cooling) in modo da inviare alla batteria dell’unità esterna gas caldo in uscita dal compressore che permette lo sbrinamento dello scambiatore. Ciò comporta un abbassamento repentino della temperatura delle batterie delle unità interne. Infatti per prevenire l’immissione di aria fredda in ambiente vengono arrestati i ventilatori delle unità. iSeries gestisce questa procedura in modo diverso. Se non sussistono particolari condizioni di temperatura o umidità dell’aria esterna rilevate dal sistema di controllo, la macchina non esegue l’inversione del ciclo ma utilizza la tecnica di by-pass di gas. In sostanza, parte di gas in uscita dal compressore viene inviata alla batteria dell’unità esterna affinché sia possibile l’eliminazione del ghiaccio accumulatosi. Una quantità di gas caldo continua ad essere inviata alle unità interne (la modalità di funzionamento è sempre in riscaldamento). Così facendo le batterie delle unità interne restano ad una temperatura utile per riscaldare l’ambiente. In aggiunta a questa funzione iSeries riesce, in modo dinamico, a capire se è possibile mantenere attiva la ventilazione delle unità interne in modo da continuare ad apportare comunque calore in ambiente. Esempio: se in ambiente ci sono 15° C e il sistema è in Defrost Intelligente, la funzione chiamata Cold Draft Dinamico si accorge che è possibile ancora riscaldare gli ambienti (grazie al fatto di avere batterie delle unità ad una temperatura ben maggiore rispetto all’ambiente stesso) e quindi manterrà la velocità dei ventilatori al massimo valore possibile rispetto alla differenza di temperatura tra batteria e ambiente. Viceversa, nel caso in cui l’ambiente risulti essere ad una temperatura molto vicina a quella delle batterie il sistema eviterà di mandare aria fredda eliminando disagi agli utenti arrestando la ventilazione.